Certosa Festival

Lirica

Prosa

Flamenco

Il medico per forza
di Molière
con Francesca Ambrosino, Francesca Conte, Mara Conte, Carlo Mondatori, Marco Conzi, Massimo Orsetti, Massimo Pinna, Immaculada Rao Corral
scene di Daniele Spisa
costumi di Antonella Zeleni
musiche e canzoni di Marco Conzi
regia di Salvatore Ciulla

La commedia fu rappresentata per la  prima volta nel 1666 dalla stessa compagnia di Molière il quale interpretò il personaggio principale, Sganarello. Fu uno dei lavori più replicati dell' autore francese nella sua epoca ed ancora oggi continua ad essere spesso messo in scena. "Il medico per forza"  è sempre ben accolto dalle platee, perchè narra vicende molto godibili, coinvolge immancabilmente il pubblico grazie a irresistibili meccanismi di comicità, provoca risate catartiche e rasserenanti. Il testo è ricco di finezze, che richiedono l' intervento dell' azione scenica, ed è perciò dinamico, agile e scintillante. In ogni scena c'è una nuova situazione comica, un nuovo ostacolo che Sganarello deve superare, mantenendo lo spettatore col fiato sospeso. "Il medico per forza" è Teatro allo stato puro. Teatro del ridere per far ridere, per divertire.
Per gli attori, una palestra dove sbizzarrirsi, dove provare la bravura tramite i lazzi e l' improvvisazione. L' inventiva comica di tutti i tempi è qui presente dal buffone al clown.

LA TRAMA
Due domestici di Geronte, nobile ricco ed ingenuo, cercano un medico per guarire sua figlia, affetta da una strana malattia: ha perso l' uso della parola. Giunti i due domestici nei pressi della casa di Sganarello - un contadino ubriacone e manesco - incontrano Martina sua moglie. Per vendicarsi delle sberle ricevute, quest' ultima spaccia il marito per medico. Martina racconta ai due che questo medico è un pò particolare. Occorre bastonarlo perchè riconosca la sua condizione di medico e la sua bravura come tale. I due domestici lo bastonano e lo conducono in casa Geronte per guarire la ragazza ammalata. A Sganarello  non rimane che accettare il gioco onde evitare di prendersi altre bastonate. A partire da questo momento le beffe, gli inganni, i rimedi in extremis di Sganarello si susseguono in un crescendo esilarante finchè il "medico per forza"  commetterà un' imprudenza dopo la quale risulterà chiaro chi è davvero.